Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

È opinione diffusa che un indice cardiaco ridotto è un contributo significativo alla disfunzione renale nei pazienti con insufficienza cardiaca. Tuttavia, dati recenti hanno messo in discussione quest ...


Anche se alcuni studi hanno suggerito relazioni tra obesità e morbilità da insufficienza cardiaca, si sa poco circa gli effetti della sostanziale riduzione di peso nei pazienti obesi con scompenso car ...


L’obesità è stata associata a un aumentato rischio di insufficienza cardiaca, ma non è ben definito se il sovrappeso aumenti anche il rischio. Non è chiaro nemmeno se l’adiposità addominale sia più ...


Il cuore umano con insufficienza cardiaca è caratterizzato da alterazioni metaboliche. In modelli animali di scompenso cardiaco c'è un passaggio da una predominanza di utilizzo degli acidi grassi al ...


Nello studio CHAMPION, sono state osservate significative riduzioni dei ricoveri in ospedale per insufficienza cardiaca dopo 6 mesi di gestione guidata dalla pressione arteriosa polmonare rispetto all ...


L'insufficienza cardiaca causata da amiloidosi da transtiretina wild-type ( ATTRwt ) è una causa sottovalutata di morbilità e mortalità nella popolazione anziana. Uno studio ha esaminato le caratter ...


La compromissione della funzione sistolica ventricolare sinistra è stata descritta nella insufficienza cardiaca con frazione di eiezione preservata ( HFpEF ), ma il suo significato prognostico non è n ...


Uno studio ha indagato la prevalenza e il potenziale valore prognostico incrementale delle catene leggere libere combinate ( cFLC ) in pazienti ospedalizzati di recente con insufficienza cardiaca sco ...


Un studio ha cercato di ipotizzare se gli elevati livelli di BNP ( peptide natriuretico di tipo B ) fossero in grado di agire come un inibitore della neprilisina endogena. Un tratto distintivo de ...


Uno studio ha cercato di esaminare il valore prognostico della forma solubile della neprilisina ( sNEP ) nell'insufficienza cardiaca acuta ( AHF ) e la cinetica della neprilisina nella forma solubile ...


L’osteoprotegerina appare essere un promettente predittore di prognosi sfavorevole nei pazienti con sindromi coronariche acute e insufficienza cardiaca cronica. Il suo valore prognostico nello scomp ...


I pazienti con insufficienza cardiaca acuta hanno generalmente più co-morbidità, e alcuni di questi pazienti muoiono in ospedale per cause diverse da un aggravamento dello scompenso cardiaco. Tutta ...


Studi di pazienti destinati all’ablazione transcatetere suggeriscono che le contrazioni ventricolari premature ( PVC ) sono un fattore di rischio modificabile per l’insufficienza cardiaca congestizia ...


L’obiettivo di uno studio è stato quello di determinare se i pazienti con insufficienza cardiaca e frazione d'eiezione preservata ( HFpEF ) abbiano un aumento della rigidità passiva del miocardio, e i ...


L’obiettivo di una ricerca è stato quello di definire l'incidenza e i fattori predittivi di ictus nei pazienti con insufficienza cardiaca senza fibrillazione atriale. Sono stati riuniti due studi ...