Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Trattamento con Losartan versus Candesartan e mortalità tra i pazienti con insufficienza cardiaca


Si pensa che il beneficio dei bloccanti del recettore dell’angiotensina II ( sartani ) nello scompenso cardiaco sia un effetto di classe, ma nessuno studio randomizzato ha confrontato in modo diretto ( testa-a-testa ) i singoli sartani.

Risultati da studi osservazionali hanno indicato che Losartan ( Lortaan ) potrebbe essere associato a un aumento della mortalità in pazienti con scompenso cardiaco rispetto ad altri sartani.

È stato condotto uno studio per valutare l’ipotesi che l’uso di Losartan sia associato a un aumento della mortalità per tutte le cause in pazienti con scompenso cardiaco rispetto a Candesartan ( Blopress ).

Lo studio nazionale di coorte si è basato su un registro danese.

Pazienti di età uguale o superiore a 45 anni con una prima ospedalizzazione per insufficienza cardiaca nel 1998-2008 sono stati identificati dal Danish National Patient Registry.

I nuovi utilizzatori di Losartan e Candesartan sono stati selezionati per essere inclusi nello studio di coorte.

Tra i 4.397 utilizzatori di Losartan, si sono verificati 1.212 decessi durante gli 11.347 anni-persona di follow-up ( tasso di incidenza [ IR ] non-aggiustato per 100 anni-persona, 10.7 ) rispetto a 330 decessi durante i 3.675 anni-persona tra i 2.082 utilizzatori di Candesartan ( IR non-aggiustato per 100 anni-persona, 9.0 ).

Rispetto a Candesartan, Losartan non è risultato associato a un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause ( hazard ratio [ HR ] aggiustato, 1.10 ) o mortalità cardiovascolare ( HRa=1.14 ).

Rispetto ad alte dosi di Candesartan ( 16-32 mg ), una bassa dose ( 12.5 mg ) e una media dose ( 50 mg ) di Losartan sono risultate associate a un aumento della mortalità ( HR=2.79 e HR=1.39; rispettivamente ); l’uso di una alta dose di Losartan ( 100 mg ) ha portato a un rischio simile ( HR=0.71 ).

In conclusione, nei pazienti con scompenso cardiaco, l’uso di Losartan rispetto a Candesartan non è risultato associato in generale a un aumento del rischio di mortalità.
Benché alte dosi di Losartan siano risultate associate a un aumento della mortalità, non è stato osservato un aumento della mortalità confrontando alta dose di Losartan e le più alte dosi di Candesartan. ( Xagena2012 )

Svanström H et al, JAMA 2012; 307: 1506-1512



Cardio2012 Farma2012


Indietro