Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Terapia medica guidata dalla lineaguida per i pazienti con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione di grado medio


Sebbene le linee guida attuali definiscano l'insufficienza cardiaca ( HF ) con frazione di eiezione di grado medio ( HFmrEF ) come scompenso cardiaco con una frazione di eiezione ( EF ) ventricolare sinistra compresa tra il 40% e il 49%, vi sono dati limitati sulla risposta alla terapia medica guidata dalle linee guida nei pazienti con HFmrEF.

Uno studio ha valutato l'associazione tra trattamento con beta-bloccante, bloccante del sistema renina-angiotensina ( sartano ) o antagonista dell'aldosterone, ed esito clinico nei pazienti con insufficienza HFmrEF.

È stata eseguita una analisi aggregata su 1.144 pazienti con insufficienza HFmrEF che sono stati ricoverati per scompenso cardiaco acuto, iscritti nei registri KorHF ( Korean Heart Failure ) e KorAHF ( Korean Acute Heart Failure ).
La popolazione dello studio è stata divisa per uso di beta-bloccanti, sartani, o antagonisti dell'aldosterone per valutare la terapia medica orientata dalle linee guida nei pazienti con insufficienza HFmrEF.

L'uso di beta-bloccanti nel gruppo di dimissione ha mostrato tassi significativamente più bassi di mortalità per tutte le cause rispetto ai pazienti che non hanno usato beta-bloccanti ( beta-bloccante versus nessun beta-bloccante, 30.7% vs 38.2%; hazard ratio, HR=0.758; P=0.009 ).

Allo stesso modo, l'uso di sartani nel gruppo di dimissione è stato associato al minore rischio di mortalità rispetto all’assenza di uso di sartani ( sartani versus nessun sartano 31.9% vs 38.1%; HR=0.76; P=0.013 ).

Tuttavia, non vi è stata alcuna differenza significativa nella mortalità per tutte le cause tra antagonisti dell'aldosterone e nessun antagonista dell'aldosterone nel gruppo di dimissione ( antagonista dell'aldosterone vs nessun antagonista dell'aldosterone, 34.2% vs 34.0%; HR=1.063; P=0.578 ).

Diverse analisi di sensibilità hanno mostrato tendenze simili.

In conclusione, per il trattamento della insufficienza cardiaca con frazione di eiezione di grado medio, in acuto, dopo ospedalizzazione, le terapie con beta-bloccante e sartani alla dimissione sono state associate a un ridotto rischio di mortalità per qualsiasi causa. ( Xagena2018 )

Choi KH et al, J Am Heart Assoc 2018;7(21):e009806. doi: 10.1161/JAHA.118.009806.

Cardio2018 Farma2018


Indietro