Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Influenza della frazione di eiezione sugli esiti e sulla efficacia dello Spironolattone nei pazienti con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione preservata


Mentre gli antagonisti del recettore dei mineralcorticoidi ( MRA ) hanno dimostrato di essere di beneficio nei pazienti con ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ), Spironolattone ( Aldactone ) non ha ridotto l'endpoint primario di morte cardiovascolare, ospedalizzazione per insufficienza cardiaca o arresto cardiaco abortito nei pazienti con insufficienza cardiaca con conservata frazione di eiezione ( HFpEF ) nello studio TOPCAT, che ha arruolato pazienti con FEVS del 45% o superiore.

Sono stati utilizzati i dati provenienti dallo studio TOPCAT per valutare la relazione tra FEVS e gli esiti e l'efficacia dello Spironolattone.

Sono state valutate le differenze nelle caratteristiche di base e gli esiti tra categorie di FEVS in 3.444 pazienti con HFpEF, e si è determinato se la FEVS abbia modificato l'effetto del trattamento con Spironolattone.

La frazione di eiezione variava dal 44% all’85%.
I pazienti con frazione di eiezione superiore erano più anziani, avevano più probabilità di essere di sesso femminile, meno probabilità di avere una storia di infarto miocardico, e più probabilità di avere una storia di ipertensione e diabete mellito.

L'incidenza dell’endpoint primario e di morte cardiovascolare era più alta nei pazienti all'estremità inferiore dello spettro della frazione di eiezione.

La frazione di eiezione ha modificato l'effetto del trattamento con Spironolattone, in particolare nei pazienti arruolati nelle Americhe, per l'esito primario ( P=0.046 ) e per l’ospedalizzazione per insufficienza cardiaca ( P=0.039 ), con forti benefici stimati dello Spironolattone all'estremità inferiore dello spettro di frazione di eiezione rispetto all’endpoint primario ( FEVS inferiore al 50%: HR=0.72; FEVS maggiore o uguale al 60%: HR=0.97 ) e ospedalizzazione per insufficienza cardiaca ( FEVS inferiore al 50%: HR=0.76; FEVS maggiore o uguale al 60%: HR=0.98 ).

In conclusione, nei pazienti con HFpEF arruolati nello studio TOPCAT, le caratteristiche del paziente e dei risultati variavano notevolmente in base alla frazione di eiezione del ventricolo sinistro.
La potenziale efficacia dello Spironolattone era maggiore all'estremità inferiore dello spettro della FEVS. ( Xagena2016 )

Solomon SD et al, Eur Heart J 2016; 37: 455-462

Cardio2016 Farma2016


Indietro