ScompensoCardiaco.net

Scompenso cardiaco

I non-responder alla terapia di resincronizzazione cardiaca ( CRT ) hanno esiti non-favorecvoli. Il significato di disfunzione ventricolare progressiva tra i non-responder rimane non ben definito. ...


Lo studio Multicenter Automatic Defibrillator Implantation Trial with Cardiac Resynchronization Therapy ( MADIT-CRT ) ha mostrato che l’intervento precoce con terapia di resincronizzazione cardiaca co ...


ST2 e Galectina-3 ( Gal-3 ) sono stati confrontati testa a testa per la stratificazione del rischio a lungo termine in una popolazione con insufficienza cardiaca insieme ad altri fattori di rischio, t ...


La terapia di resincronizzazione cardiaca ( CRT ) con o senza un defibrillatore riduce la morbilità e la mortalità nei pazienti selezionati con insufficienza cardiaca, ma la risposta può essere variab ...


La terapia di resincronizzazione cardiaca ( CRT ) migliora i sintomi e riduce la mortalità nei pazienti con scompenso cardiaco, ma esistono pochi dati sulla efficacia di questa terapia nei pazienti an ...


Sebbene i benefici della terapia di resincronizzazione cardiaca siano ben stabiliti in pazienti selezionati con insufficienza cardiaca e prolungata durata del QRS, restano da dimostrare gli effetti be ...


È stata confrontata l'efficacia a lungo termine e gli eventi avversi del doppio blocco del sistema renina-angiotensina con la monoterapia mediante una revisione sistematica di studi controllati nel pe ...


Lo studio RELAX-AHF ( Relaxin in Acute Heart Failure ) ha valutato gli effetti della Serelaxina sui cambiamenti a breve termine nei marcatori di danno d'organo e di congestione, e li ha messi in relaz ...


Il numero elevato di morti improvvise a causa di tachiaritmie ventricolari resta una delle principali cause di modalità nei pazienti con insufficienza cardiaca sistolica. Uno studio ha determinato ...


Uno studio ha confrontato le risposte emodinamiche alla terapia vasodilatatoria nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione conservata ( HFpEF ) contro insufficienza cardiaca e fraz ...


Uno studio si è posto l’obiettivo di verificare tra i pazienti di una comunità con insufficienza cardiaca se la pressione sistolica dell'arteria polmonare ( PASP ) valutata mediante ecocardiografia Do ...


La depressione è comune nei pazienti con malattie cardiache, specialmente nei pazienti con insufficienza cardiaca, ed è associata a un aumento del rischio di esiti negativi per la salute. Alcune ev ...


La terapia con un agonista dell'aldosterone per insufficienza cardiaca e ridotta frazione di eiezione si è dimostrata altamente efficace in studi clinici randomizzati. Tuttavia, rimangono dei dubbi ...


Si pensa che il beneficio dei bloccanti del recettore dell’angiotensina II ( sartani ) nello scompenso cardiaco sia un effetto di classe, ma nessuno studio randomizzato ha confrontato in modo diretto ...


L’incidenza di scompenso cardiaco aumenta con l’avanzare dell’età e circa metà dei pazienti con il disturbo mostra frazione di eiezione ventricolare sinistra preservata ...


L’obiettivo dello studio è stato quello di determinare la relazione tra pressione sanguigna sistolica basale, variazione della pressione sistolica, e peggioramento della funzione renale n ...


La terapia di resincronizzazione cardiaca riduce la morbilità e la mortalità nei pazienti con sintomi di scompenso cardiaco avanzato. Una meta-analisi ha valutato i benefici e i rischi d ...


L'utilizzo ottimale di terapie efficaci nel prevenire la morte aritmica, ma non la morte non-aritmica, per esempio, il defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ), è una sfida nei pazienti ...


Tra i pazienti con insufficienza cardiaca, l'indice di massa corporea ( BMI ) è stato inversamente associato con la mortalità, dando origine al cosiddetto paradosso dell'obesità. ...


Nei pazienti ambulatoriali con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta, un’alta pressione sanguigna sistolica è associata a migliori risultati. Tuttavia, non è noto ...


La prevalenza di scompenso cardiaco con frazione di eiezione preservata è in aumento.La prognosi peggiora con ipertensione polmonare e sviluppo di insufficienza ventricolare destra.Uno studio h ...


Lo scompenso cardiaco è una sindrome clinica caratterizzata da segni e sintomi che coinvolgono sistemi ad organi multipli.Dati longitudinali che dimostrino che la disfunzione cardiaca asintomatica pre ...


Il peggioramento e il miglioramento della funzione renale durante il trattamento dell'insufficienza cardiaca scompensata sono stati tradizionalmente considerati eventi emodinamicamente distinti. Si &e ...


Gli anziani rappresentano la maggior parte dei casi di diagnosi di insufficienza cardiaca di nuova insorgenza, ma modelli di predizione basati su fattori di rischio tradizionali mostrano un'accuratezz ...


Uno studio ha determinato gli effetti della terapia di resincronizzazione cardiaca rispetto all’eziologia di insufficienza cardiaca nei pazienti dello studio REVERSE ( REsynchronization reVErses ...


Uno studio ha valutato se il trattamento dell'insufficienza cardiaca guidata da obiettivi personalizzati dei livelli del frammento N-terminale del propeptide natriuretico di tipo B ( NT-proBNP ) porta ...


È stato condotto uno studio per determinare se i sintomi depressivi fossero correlati ad alterazioni nella sensibilità delle cellule mononucleate del sangue periferico ad agonisti beta-a ...


La terapia di resincronizzazione cardiaca più impianto di defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) ha ridotto il rischio di morte o eventi di insufficienza cardiaca in pazienti con insu ...


Diversi studi randomizzati e controllati hanno valutato l’uso dei livelli plasmatici di peptide natriuretico di tipo B ( BNP ) per guidare il trattamento di pazienti con insufficienza cardiaca c ...


L'infiammazione è associata a fattori di rischio di insufficienza cardiaca e inoltre influisce direttamente sulla funzione del miocardio.Uno studio ha valutato l'associazione tra le concentrazioni sie ...


Sebbene siano fattori fisiopatologici potenzialmente importanti nello scompenso cardiaco, la prevalenza ed i predittori di anemia non sono stati studiati in modo approfondito nei pazienti con insuffic ...


La depressione è comune nei pazienti con insufficienza cardiaca, è prognostica per gli esiti avversi e presumibilmente legata alla gravità della malattia.I fattori psicologici e f ...


Un gruppo di Ricercatori dell’Università di Murcia in Spagna, ha condotto uno studio per valutare se la misurazione della forma solubile di ST2 ( sST2 ), un membro della famiglia del rece ...


Un’aumentata escrezione di albumina nelle urine potrebbe essere un marcatore di vari cambiamenti patofisiologici che insorgono nei pazienti con scompenso cardiaco.Uno studio ha valutato la preva ...


La cistatina C ematica è stata sempre più utilizzata come marcatore endogeno per stimare la velocità di filtrazione glomerulare ( GFR ) e per valutare la prognosi nei pazienti con ...


Nelle sindromi coronariche acute, la trasfusione di sangue è stata associata a esiti non-favorevoli. L’impatto della trasfusione di sangue tra i pazienti con insufficienza cardiaca acuta ...


Uno studio ha confrontato il valore prognostico di un nuovo e promettente marcatore, la copeptina, con quello di BNP ( peptide natriuretico di tipo B ), e NT-proBNP ( pro-BNP N-terminale ), riguardo a ...


La prognosi di insufficienza cardiaca cronica è estremamente variabile, sebbene generalmente non-favorevole.I Ricercatori di MUSIC hanno cercato di sviluppare modelli prognostici per i pazienti ...


I tassi di sopravvivenza e la qualità di vita nei pazienti con insufficienza cardiaca in stadio avanzato sono migliori con l'impianto di dispositivi di assistenza ventricolare sinistra a flusso ...


L’obiettivo di uno studio è stato quello di esaminare la relazione tra emoglobina glicosilata ( HbA1c ) ed esiti avversi nei pazienti diabetici con insufficienza cardiaca.Nonostante la co ...


L’aumento di peso è un importante determinante per l’ospedalizzazione nei pazienti ambulatoriali con insufficienza cardiaca, ma questo non è stato valutato nei pazienti osped ...


Studi hanno indicato che la mieloperossidasi ( MPO ) è associata a progressione della malattia e a gravità dello scompenso cardiaco.I meccanismi che regolano la mieloperossidasi non sono ...


Nello studio COMPANION ( Comparison of Medical Therapy, Pacing and Defibrillation in Heart Failure ), 1.520 pazienti con insufficienza cardiaca avanzata sono stati assegnati in un rapporto 1:2:2 a ter ...


I dati sull’effetto dell’esercizio fisico sullo stato di salute dei pazienti con insufficienza cardiaca cronica, emersi negli studi precedenti, non sono soddisfacenti.Per valutare l’ ...


L’iponatriemia è un predittore di esito avverso nel breve periodo nei pazienti con insufficienza cardiaca acuta.L’impatto dell’iponatriemia sulla sopravvivenza nel lungo periodo nei pazienti con scomp ...


Gli aumenti di peso corporeo sono importanti determinanti per l’ospedalizzazione nei pazienti ambulatoriali con insufficienza cardiaca.Lo studio EVEREST ha esaminato la relazione tra cambiamenti ...


Le lineeguida raccomandano di prendere in considerazione il training fisico per i pazienti ambulatoriali stabili con insufficienza cardiaca.Gli studi precedenti non hanno mostrato un potere statistico ...


L’insufficienza renale è un forte produttore di outcome ( esito ) avverso nei pazienti con scompenso cardiaco.Ricercatori del Tel Aviv University si sono posti l’obiettivo di determ ...


Nonostante, gli attuali criteri di selezione, il 20-30% dei pazienti sottoposti a terapia di resincronizzazione cardiaca ( CRT ), non presenta benefici.E’ stato ipotizzato che la durata del QRS ...


L'omeostasi del potassio è essenziale per una normale funzione miocardica, e bassi livelli di potassiemia possono causare aritmie fatali.Tuttavia, l'associazione tra bassi livelli di potassio e ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer